Sono iniziate il 18 gennaio le Camminate della memoria.

Il progetto che ogni anno coinvolge le classi terze del nostro istituto quest’anno è stato pensato come un’occasione per i giovani di camminare per le vie del paese con gli “occhi” di coloro che furono protagonisti nel 1944 durante la deportazione ai campi di sterminio tedeschi. Su questi luoghi verranno infatti disposte “le pietre d’inciampo, blocchetti di ottone da inserire nei percorsi stradali con impressi su ognuno  i nomi dei 21 cittadini deportati.

Le pietre verranno poste sia nel centro storico, sia nelle frazioni di Torre e Fibbiana. Ad accompagnare questo primo gruppo di studenti di terza media, oltre ai loro docenti, anche alcuni famigliari dei deportati e l’assessore Nesi. Insieme, gli adulti  hanno spiegato ai ragazzi chi erano quei cittadini e quali vicende accaddero fra il 7 e l’8 marzo del ’44.

A questa prima camminata, ne seguiranno altre due in date emblematiche per il tema della Memoria. 27 gennaio, giornata nazionale della Memoria e 8 marzo, ricorrenza di quei giorni di guerra.